Ti interessano le nostre creazioni? Contattaci...

lunedì 2 luglio 2012

Sfida contro la forza di gravità...

Al mare....idee che frullano per la testa...
La prova costume non mi ha mai entusiasmato un granchè, neanche negli anni d'oro...penso nostalgica al 2001 e giù di lì.
Sono una fan della tintarella, se non altro perchè sembra addolcire quei piccoli difetti che il pallore invernale sembra invece voler a tutti i costi evidenziare.
Devo dire che però al mare basta darsi un'occhiata in giro e...siamo tutti sulla stessa barca!
Ho cambiato alimentazione (a breve parlerò anche di questo tema che mi ha cambiato in meglio la vita) dopo lo stress subito dal mio corpo a causa della chemioterapia e la pelle ne ha guadagnato.
Gli "anta" sono alle porte e tutto sommato non ho grosse lamentele da fare, anzi direi che sono grata al mio corpo per aver reagito alla grande a tutte queste prove.
Una cosa però mi infastidisce parecchio: la ricerca del costume!
Non un costume normale - magari! - per quello basterebbe fare un giro da Calzedonia o chi per lei!
Io parlo di un costume per maggiorate con il pezzo sotto normale, ma sopra.....

Deve avere tre requisiti fondamentali:
1- CONTENERE
2- SOSTENERE
3- NON GRAVARE TROPPO SU SPALLE E COLLO

Chi come me ha la quarta di reggiseno "sfruttata" da tre allattamenti, sa perfettamente a cosa mi riferisco.
La forza di gravità spinge inesorabilmente verso il basso, per cui il classico bikini non va bene.
GRHH!!!
Lancio una sfida a voi care amiche:
trovare una soluzione che soddisfi i tre requisiti di cui sopra e sulla quale ci si possa lavorare sopra...magari partendo dal mitico reggiseno.

Intanto ecco alcuni piccoli consigli trovati sul sito www.alfemminile.com per tentare quantomeno di frenare un pò la caduta libera...:-)

1Termina la doccia con un getto d'acqua fredda sul seno eseguendo un movimento di rotazione dall'esterno verso l'interno, passando da un seno all'altro con un movimento ad 8. 
2-  Fai un infuso con 30 g di serpollino, 30 g di timo e 20 g di rosmarino. Lascia che si raffreddi, filtra ed applica questa lozione sui seni. Lascia in posa per 10-15 minuti e risciacqua con un getto d'acqua fredda.
3-  Fai una lozione con olio di avocado, d’argan e di jojoba, in quantità uguali. Massaggia i seni, sempre dell'esterno verso l'interno, intorno ai capezzoli.
L'avocado è rigenerante, protettivo, ricco in vitamine e perfetto per le pelli delicate.
L'argan è ricco di vitamine antiossidanti (A, B, C, D, E, PP) e rallenta l'invecchiamento cutaneo. L’olio di jojoba è idratante, ristrutturante e nutre la pelle in profondità.
4-  Ogni giorno, di fronte allo specchio, fai un po’ di ginnastica.
Con le braccia stese davanti a te ad angolo retto, unisci le mani come in preghiera, girando i gomiti verso l'esterno e premi i palmi. Ripeti questo movimento per 20 volte.
Dritta, con le braccia tese all’indietro, all'altezza delle anche, alzale leggermente, in modo da sentir tirare sotto il seno, e poi rilassa la posizione. Ripeti 20 volte

Susanna

Nessun commento:

Posta un commento