Ti interessano le nostre creazioni? Contattaci...

giovedì 20 dicembre 2012

Le biblioteche di Roma

La notte dei giocattoli
Soprattutto in questo periodo, si sente spesso dire che tutte le tasse che paghiamo non si traducono mai in efficienza delle istituzioni e, purtroppo, in generale sono pienamente d'accordo.
Penso comunque che spesso ci sia anche un problema serio di informazione, soprattutto riguardanti iniziative comunali o ancor di più quelle dei diversi municipi!

Ormai da più di un anno ho scoperto la biblioteca comunale Ennio Flaiano.
 È una struttura a mio avviso molto efficiente! Personalmente ne usufruisco soprattutto per quanto riguarda lo spazio dedicato ai bambini, ma anche per gli adulti mi sembra molto ricca di titoli. Funziona così: Ci si iscrive pagando una piccolissima quota (5 euro annuali) ed oltre ad avere sconti su eventi convenzionati Bibliocard, si ha la possibilità di prendere in prestito per un mese (con eventuale proroga di 15 gg) fino a circa 8 libri per volta.


 Bene, devo dire che la mia piccola divoratrice di libri impazzisce ogni volta davanti agli scaffali ultra colorati e pieni di storie magiche da scoprire! Si possono prendere in prestito anche DVD, due alla volta, da riconsegnare dopo una settimana. E non è finita qui.... Saltuariamente organizzano anche letture animate per bambini, tenute da giovani esperti del settore!

E proprio lo scorso venerdì siamo andate alla presentazione del libro "La notte dei giocattoli" di Dacia Maraini, illustrato da Gud ed edito da Tunué, come parte della collana Tipitondi (entrambi, illustratore ed editore, presenti,e di cui vi parleremo nel prossimo post).


È la storia di una bambina che quando va a dormire apre le danze alla sua fantasia, riuscendo a dare vita ad alcuni dei suoi giocattoli. Il soldatino, il flautista, la bambola di pezza Giuppa....ognuno con una sua storia da raccontare e ciascuno proveniente da altre realtà. Tutto procede bene, fin quando è la volta di un crudele uomo d'affari che vuole imporre con prepotenza la sua supremazia, minacciando l'armonia del gruppo. Inizia così quella che possiamo chiamare una lotta alla prepotenza e....l'unione fa la forza.

Generalmente non leggo fumetti alla mia 5enne, perché essendo composti in prevalenza da discorsi diretti, rimane difficile leggere interrotta sempre dalla sua continua domanda : "chi lo ha detto?". In questo caso però devo dire che le illustrazioni hanno riprodotto molto fedelmente le espressioni dei personaggi, così da riuscire a comprendere facilmente chi dice cosa.....coadiuvata anche dalle mie vocine assurde!

Sicuramente un buon libro e anche un buon regalo da fare a Natale!!!

Gud disegna Giuppa
Sara

Nessun commento:

Posta un commento