Ti interessano le nostre creazioni? Contattaci...

giovedì 28 marzo 2013

La crisi va in vacanza...


…la pioggia incessante da giorni non è ideale per progettare un itinerario di vacanza…sole e mare…
Considerando la difficoltà nell’ organizzare una vacanza estiva; il periodo non è dei migliori, la crisi ci ha investito in pieno, per cui sarebbe già una fortuna riuscire a farla una vacanza…
La crisi economica che ha investito il nostro paese non ci ha lasciati indenni, per cui come mamma sono alla continua ricerca di soluzioni utili per far quadrare i conti, li dove è possibile cercando di imparare anche a trarre ciò che di positivo esiste nell’economizzare…si taglia un po’ a destra e a sinistra provando a creare delle varianti.
Coglierei l’occasione per noi mamme e donne per scambiarci un po’ di consigli utili a  superare le piccole difficoltà quotidiane. Io e la mia amica Alessandra siamo in tandem con i vari carichi familiari, abbiamo due famiglie numerose da organizzare, per cui confrontandoci quotidianamente tra una pausa ed un’ altra in ufficio, stiamo lavorando su alcune soluzioni che sicuramente sono utili, a partire dalla buona cucina e la conseguente produzione in house di prelibati piatti da offrire ai pargoli.
Intanto per ottimizzare il tempo, tutte le mattine prima di arrivare in ufficio impastiamo il pane pronto per essere infornato il pomeriggio, non compriamo i biscotti per la colazione alla quale provvediamo noi con manicaretti veloci munite di tutto l’occorrente.
Abbiamo tagliato o quanto meno ridotto notevolmente le cene in pizzeria, e le abbiamo sostituite con le cene tra amici in casa, modo ottimale per mantenere una vita sociale sempre in attività; considerando anche la gioia dei ragazzi di stare insieme tra di loro.
Ci si sperimenta con risotti e torte rustiche varie e confrontandoci, molto spesso via cavo o più modernamente via sms, destreggiandosi tra consigli e letture tra i vari blog.

Essendo poi grandemente multitasking, come la maggior parte delle mamme, donne, nonne, amiche, sorelle e…chi più ne ha più ne metta, riusciamo a lavorare , “indefesse” o quasi , in ufficio la mattina e, con una marcia in più rispetto alla precedente generazione, negli anni abbiamo imparato a fare un po’ tutto; quindi oltre a cucinare, pulire e stirare…udite udite…abbiamo imparato anche a cucire…non ce ne è per nessuno…
Allora, tirando un po’ qua e là questa coperta, passatemi la metafora, stiamo caldi un po’ tutti…risparmiamo sulla spesa; i miei 40 minuti di treno di cui vi ho parlato in precedenza, sono molto utili anche per essere aggiornata sulle offerte e gli sconti vari nei supermercati; maglie, gonne o vestiti, con un po’ di fantasia possono essere anche modificati prima di passare nel cestino…o regalati…
E la considerazione che Ale ed io facciamo è anche quella che, da questo periodo non proprio florido, i nostri figli ne trarranno un insegnamento certamente positivo…visto che finalmente in casa la collaborazione arriva anche da loro…impagabile la soddisfazione che hanno nel riordinare la loro stanza, come apparecchiare la tavola o addirittura rifarsi il letto…credo già questo sia una buona base per il loro futuro.
Non vi nascondo la nostra di soddisfazione, nel riuscire a far capire loro quanto questa collaborazione sia importante per tutta la famiglia!
Iniziative come la nostra sono piuttosto comuni , anche perché, come si dice?:”necessità fa virtù !” per cui ci si organizza, ma a volte fa bene ed incoraggia sapere che siamo in tanti a cercare di superare questo momento così difficoltoso e riuscire a trovarne un lato un pochino positivo.
Ora ritornando per un attimo alle vacanze, certamente considerate un lusso, sempre noi due, negli ultimi anni siamo riuscite a trovare soluzioni divertenti ed economiche, per poter usufruire di un po’ di risposo dopo la frenesia dell’intero anno…ora siamo di nuovo alla ricerca…e quando avremo trovato vi racconterò, per il momento, se avete delle idee…AIUTIAMOCI!!!

Plum cake facili per la colazione

300 gr di farina di manitoba
50 gr di zucchero di canna
20 gr di burro
110 ml di latte
½ panetto di lievito di birra
3 uova
Scaglie di cioccolato oppure uvetta

Sbattere insieme, uova, burro fuso e zucchero, aggiungere la farina e dopo aver sciolto il lievito nel latte tiepido unire il tutto ed aggiungere anche la cioccolata a scaglie.
Lasciare riposare coperto con un canovaccio fino al raddoppiamento del volume, ci vorranno forse un paio di ore.
Inserire il composto negli stampini, ne vengono circa 12, ed inserire in forno a 200° per circa 10/15 minuti.

3 commenti:

  1. FRANCESCA CIVITENGA3 aprile 2013 13:59

    VOGLIO CONSIGLIARVI UNA RICETTA LEGGERA E CON POCHI GRASSI...
    CIAMBELLONE ALL'ACQUA
    3 UOVA
    130 ML DI ACQUA
    130 ML DI OLIO DI SEMI
    250 GR DI ZUCCHERO
    250 GR DI FARINA
    LIMONE GRATTUGGIATO O UNA BUSTINA DI VANILINA
    1 BUSTINA DI LIEVITO
    1 MELA A PEZZETTI
    SBATTERE IL TUTTO PER 10 MINUTI
    VERSARE IN UNO STAMPO IMBURRATO PER CIAMBELLONE
    CUOCERE 45 MINUTI A 180 GRADI......
    FRANCESCA

    RispondiElimina
  2. Premesso cara Susy che son pienamente d'accordo con te sul periodo di crisi e sulla grande difficoltà di far quadrare i conti e, soprattutto nel mio caso dovendo sfamare un " ragazzone" chiuso in casa quasi tutti i pomeriggi a studiare ed ahimè un po' la noia e un po' proprio la fame mi svuotava quotidianamente la dispensa e quindi, come dici tu necessità fa virtù, ed infine aggiungi poi la passione di mettere le mani in pasta dappertutto anche io da un bel po' di tempo preparo le merende artigianali!
    Buonissimo il ciambellone di Francesca io l'ho provato e dopo averlo preparato varie volte, per cambiare un po' l'ultima volta ho apportato delle modifiche ed è stato un successone!!
    Modifiche:
    3 uova
    130 ml acqua
    130 ml olio semi
    250 gr zucchero
    200 gr farina
    60 gr farina di cocco
    1 bustina vanillina
    1 fialetta aroma mandorla
    1 bustina lievito
    Dopo aver fatto tutto il procedimento come sopra (Francesca) ed aver messo l'impasto nello stampo far cadere all'interno dei ciuffetti di nutella!!
    Una Bontà ve lo assicuro!
    Silvia

    RispondiElimina
  3. Ragazze la ricetta e la variante mi sembrano grandiose...le provo e vi dico...
    grazie del consiglio...

    RispondiElimina