Ti interessano le nostre creazioni? Contattaci...

lunedì 20 gennaio 2014

Troppo Troppo Troppo......

Anche quest'anno, a distanza di meno di un mese dal Natale, ci troviamo a riflettere... Troppo, troppo, troppo!
Troppi regali, troppo mangiare, troppi soldi, troppo tempo dedicato al futile ed al commerciale...troppo, quando invece, proprio a Natale dovremmo essere concentrati su altro, su qualcosa di più spirituale, dell'anima...

C'è una corsa ai regali, una corsa ai supermercati, una frenesia che porta anche nervosismo e stress: si pensa ai menú un mese prima, ci si divide tra parenti e amici con l'ansia di fare torto a qualcuno, si cominciano a fare liste di regali da fare che fanno perdere il piacere che si dovrebbe avere nel regalare qualcosa a qualcuno a cui si vuole bene...



Ciò che dà veramente la misura di quanto sia troppo, è l'atteggiamento che i bambini hanno nei confronti dei miliardi di regali che ricevono: li aprono dando solo un'occhiata, cedendo velocemente il posto al prossimo... Sono certa che se dopo un attimo nascondessimo la metà dei regali, non se ne ricorderebbero più! 
Alla faccia di chi a mala pena ne riceve uno e lo usa talmente tanto fino ad usurarlo!


Bene, abbiamo deciso che

dal prossimo anno cercheremo di cambiare un pò...purtroppo non è sempre così facile invertire le tendenze, non è carino dire a parenti ed amici non si fanno più regali, o che si mettano d'accordo per farne uno unico, non è facile mettere tutti d'accordo senza creare malcontenti. 
L'unica cosa su cui possiamo intervenire è indirizzare su cose meno materiali e far sì che i regali aiutino a contribuire al bilancio familiare: in che modo? Vestiti, biglietti del cinema, del teatro, partecipazioni a corsi e laboratori.

Educativamente parlando, è bene, secondo me, che i bambini percepiscano, ricevendole per regalo, che le esperienze sopra menzionate, hanno un valore, spesso superiore ai giocattoli che verranno stipati nell'armadio senza neanche avere capito come funzionino.

Di seguito qualche idea:



Nessun commento:

Posta un commento